Marshall 1987 reissue PPIMV.

Modifica Post Phase Inverter Master Volume eseguita su questa testata Marshall Plexi 50 watt.

Per  ottenere il classico suono dinamico,cremoso ,e con ottimo sustain bisognerebbe suonare a volumi degni di woodstock,un normale master volume non fa miracoli mentre la soluzione ideale è data da questa modifica:essendo il master posizionato prima delle valvole finali permette a tutte le valvole di pre ed in particolare alla valvola invertitrice di fase di lavorare con segnali di ampiezza adeguata, il risultato è un suono grosso e naturalmente  compresso anche a bassi volumi.

Ricordo per chi non lo sapesse che questa modifica,oltre ad essere reversibile non influenza assolutamente la timbrica ,la modifica è bypassata semplicemente mettendo il potenziometro al massimo.

DSC06668DSC06671DSC06673DSC06674DSC06675

Annunci

Ibanez TS9 SRV mod. by Gravina.

Siete stanchi del suono inscatolato di questo pedale?

Volete un TS9 con un suono grossissimo sulle basse ,una risposta sulle medie più lineare e con un drive cremoso ma ben definito?eccolo!

Inoltre ho pensato di offrire una possibilità timbrica maggiore con lo switch che aggiunge presenza sui medio alti ed incrementa leggermente il gain (posizione + ),non si tratta della solita opzione che inserisce altri diodi per cambiare la pasta della saturazione ma qualcosa di molto più musicale ed efficace.

Dopo un periodo di prova con vari amplificatori(fender twin reissue ’65 in primis ma anche marshall ed altri) e con diverse tipologie di chitarre,è saltato fuori in maniera molto naturale il nome per questa modifica :TS-9 SRV mod !

 

DSC04172

DSC04174

Marshall JMP 2203 Effect loop Mod

jmp marshall

a destra potenziometro send level
a sinistra potenziometro return level
notate a sinistra lo switch per selezionare il modo

“””

IMG03276

6-12-1978

IMG03271
CLICCARE SULLE FOTO PER LA DESCRIZIONE.

Sono al lavoro su questa stupenda testata Marshall JMP 2203 100 W del 1978.
Per chi non lo sapesse si tratta della prima versione del JCM800 costruito sulla tag board della plexi ma seguendo il nuovo schema (all’epoca era nuovo),anche il telaio è quello della plexi.

Ho provato tanti jmp suonano tutti in maniera leggermente diversa  , devo dire che questo esemplare è uno di quelli che mi piace di più:molti bassi,dinamica pazzesca,caldo sui medi ma anche graffiante sugli acuti e poi strano ma vero è silenziosissimo:veramente fantastico!!

E’ arrivato il momento di regalare a questo stupendo ampli un effect loop ai massimi livelli di qualità.

La preoccupazione principale quando si lavora su amplificatori vintage è di non snaturare il timbro dell’ampli nè tantomeno l’estetica, ho deciso di installare un’effect loop completamente valvolare con possibilità di funzionamento sia seriale che parallelo e con livello send e return/mix regolabili tramite due potenziometri ,il tutto SENZA FORI VISIBILI.

Lo schema utilizzato è molto collaudato ,lo uso da tanti anni ed ha il pregio di essere molto trasparente (non colora il suono dell’ampli) e si adatta perfettamente sia ai pedali che agli effetti a rack.

Il loop è realizzato point to point con i migliori componenti e la valvola aggiuntiva (12AU7) è montata all’interno del telaio dell’ampli in uno spazo vuoto.

Per evitare di forare il pannello posteriore,i due potenziometrie e le due prese jack (send e return),sono montate esternamente sopra al telaio tramite un pannellino in alluminio opportunamente tagliato e sagomato.

Per accedere ai comandi del loop sarà necessario rimuovere il coperchio posteriore di legno dell’ampli:per rendere pratica e veloce questa operazione sono state asportate le viti ed il coperchio viene fissato col velcro.
Il loop funziona meravigliosamente sia in modalità seriale che parallelo ed aggiunge una grande versatilità a questo JMP proiettandolo finalmente verso una nuova vita.