Farfisa Matador riparazione.

matador1

farfisa2

farfisa3

farfisa4

IMG04286

Annunci

Marshall JMP 2203 Effect loop Mod

jmp marshall

a destra potenziometro send level
a sinistra potenziometro return level
notate a sinistra lo switch per selezionare il modo

“””

IMG03276

6-12-1978

IMG03271
CLICCARE SULLE FOTO PER LA DESCRIZIONE.

Sono al lavoro su questa stupenda testata Marshall JMP 2203 100 W del 1978.
Per chi non lo sapesse si tratta della prima versione del JCM800 costruito sulla tag board della plexi ma seguendo il nuovo schema (all’epoca era nuovo),anche il telaio è quello della plexi.

Ho provato tanti jmp suonano tutti in maniera leggermente diversa  , devo dire che questo esemplare è uno di quelli che mi piace di più:molti bassi,dinamica pazzesca,caldo sui medi ma anche graffiante sugli acuti e poi strano ma vero è silenziosissimo:veramente fantastico!!

E’ arrivato il momento di regalare a questo stupendo ampli un effect loop ai massimi livelli di qualità.

La preoccupazione principale quando si lavora su amplificatori vintage è di non snaturare il timbro dell’ampli nè tantomeno l’estetica, ho deciso di installare un’effect loop completamente valvolare con possibilità di funzionamento sia seriale che parallelo e con livello send e return/mix regolabili tramite due potenziometri ,il tutto SENZA FORI VISIBILI.

Lo schema utilizzato è molto collaudato ,lo uso da tanti anni ed ha il pregio di essere molto trasparente (non colora il suono dell’ampli) e si adatta perfettamente sia ai pedali che agli effetti a rack.

Il loop è realizzato point to point con i migliori componenti e la valvola aggiuntiva (12AU7) è montata all’interno del telaio dell’ampli in uno spazo vuoto.

Per evitare di forare il pannello posteriore,i due potenziometrie e le due prese jack (send e return),sono montate esternamente sopra al telaio tramite un pannellino in alluminio opportunamente tagliato e sagomato.

Per accedere ai comandi del loop sarà necessario rimuovere il coperchio posteriore di legno dell’ampli:per rendere pratica e veloce questa operazione sono state asportate le viti ed il coperchio viene fissato col velcro.
Il loop funziona meravigliosamente sia in modalità seriale che parallelo ed aggiunge una grande versatilità a questo JMP proiettandolo finalmente verso una nuova vita.

FBT YUNIOR 200.repair by Gravinatubemps

Anno di produzione 1960 circa questo simpatico combo piccolo e leggero è un’ampli che può riservare delle piacevoli sorprese se ben reastaurato,anche in questo caso la componentistica è ottima ed il circuito completamente point to point.
Lo schema elettrico(non disponibile) è sicuramente una copia del vox ac15,la potenza si aggira sui 20 watt ed i coni sono in alnico.
Il nome”Yunior 200″ mi lascia un pò perplesso:sarà un’errore??
Le condizioni sono abbastanza buone per cui sono previste le solite operazioni necessarie per un buon restauro conservativo ovvero sostituire solo quello che è strettamente necessario.
Manca un cono,provvederò dopo a trovare un degno sostituto:io sono un fan dei celestion ed i greenback 8″ sarebbero un’ottimo upgrade!
Sfortunatamente durante il collaudo dell’ampli il trasformatore di alimentazione si riscalda in modo anomalo infatti risulta in parziale corto circuito sull’avvolgimento HT,bisogna riavvolgere il trasformatore.
Rimontato il tutto…siamo ripagati da un suono stupendo su un entrambi i canali,uno è grosso e un pò scuro mentre l’altro è più squillante e penetrante(utilizzabili insieme miscelabili tramite il solito patch cable),il tremolo è profondo ed emozionante,c’è tanta dinamica unita ad un carattere brillante e presente molto british,il volume è più che sufficiente per suonare in una band rock a volumi “civili”,inoltre è stata installata una presa x cassa esterna(8 ohm) e con una cassa marshall 2×12 collegata sia il volume che la dinamica vengono praticamente raddoppiati.

IBANEZ AD-9 ANALOG DELAY GLIDE TEMPO MOD

L’ibanez AD-9 è un pedale stupendo!

Peccato che non abbia la funzione tap tempo così utile nell’utilizzo live.

Come fare?Ho visto che Keeley ha risolto il problema con la modifica glide tempo solo che non mi piaceva l’idea di dover forare il pedale per inserire la presa jack come ha fatto lui,per questo scopo ho pensato di utilizzare il foro dell’uscita dry out che era inutilizzata.

Funziona con un pedale di espressione customizzato,inserendo il jack in basso a sinistra si esclude automaticamente la manopola delay time e viene attivato il glide tempo.

Oltre a poter impostare il tempo al volo, muovendo il pedale mentre si suona è possibile ottenere effetti di nastro rallentato o accelerato 🙂  

P.S. E’ possibile effettuare anche le altre mods come il true bypass e l’inserimento di un secondo pedale di espressione customizzato per controllare al volo anche il Delay Level.

Immagine

Immagine